SERGIO CAPUTO – Scrivimi scrivimi (Edel)

“Scrivimi Scrivimi” è il nuovo singolo di Sergio Caputo ed è disponibile per la programmazione radiofonica a partire da venerdì 27 aprile!
“Scrivimi Scrivimi” parla dei rapporti umani nella giungla dei “social”, luogo virtuale dove ci si può incontrare fra sconosciuti, ma dove la solitudine è sempre in agguato e nel quale le persone con cui dialoghiamo potrebbero non essere chi dicono di essere o non essere come vogliono sembrare. Sui social, i timidi e gli introversi diventano espansivi, estroversi e a volte aggressivi, i brutti diventano belli e la gente vuole mostrare solo i suoi aspetti migliori. Il bisogno di comunicare e di essere ascoltati può dare dipendenza, e quando dall’altro lato dello schermo non arriva ciò che si desidera, ovvero incondizionata ammirazione o amore idealizzato, si entra in uno stato di ansia che non avevamo messo in conto quando ci siamo inoltrati nella giungla. “Scrivimi Scrivimi” parla di tutto questo, ma alla fine resta una canzone d’amore.
IL VIDEO – Per un pezzo come questo Sergio Caputo non poteva che attingere al suo “bacino d’utenza” e sollecitare i suoi follower su Twitter, Facebook e Instagram, chiedendo loro di inviargli dei “video-selfie” che sarebbero diventati parte del video. Ne arrivano tantissimi e Sergio stesso, che del video è anche regista e montatore, esegue il suo brano nell’inquadratura tipica da selfie. Il risultato è divertente, e ai limiti del sociologico. L’ironia tipica del cantautore, e la ritmica martellante del brano fanno di questo video un classico caputiano!
L’ALBUM – In questo aprile 2018 ricorre il trentacinquennale dell’album cult “Un Sabato Italiano”, un disco che ha segnato la storia della musica italiana e la carriera di Sergio Caputo. Per celebrare questo evento, Caputo sceglie di riportare alla luce dei brani che che si erano persi qua e là fra un album e l’altro, non usciti come singoli e quindi meno considerati dai media, ma molto amati da Caputo e dai fan. Da qui il titolo “Oggetti Smarriti”, disco che contiene 3 inediti (uno del 1978) e 8 remake. Il risultato è un sound sorprendente, carico di atmosfera, un invito a ritrovarsi la sera sulla spiaggia, in un pub o a casa di amici e suonare queste canzoni ritrovate, per farle diventare dei classici. “Scrivimi Scrivimi”, uno dei 3 inediti, è un “oggetto smarrito” ma non troppo, essendo stato composto di recente in attesa di un album in cui essere protagonista!